"I consultori familiari in questi quarant’anni si sono posti a fianco delle famiglie con l’attitudine del buon samaritano, aiutandole ad attraversare le numerose sfide che hanno contrassegnato l’attuale cambiamento d’epoca."

logo rete

numero tel

 

Attivo dal 1° Luglio 2020 il grande progetto sinergico realizzato dall'Ufficio della Pastorale Familiare della CEl, dalla Confederazione dei Consultori Familiari di Ispirazione Cristiana (CFC) e dall'Unione Consultori Prematrimoniali e Matrimoniali (UCIPEM), dalla Caritas Italiana e dall’Ufficio Catechistico Nazionale Disabili: “RETE CHE ASCOLTA”!

Una cordata di oltre 300 operatori volontari sparsi su tutto il territorio italiano che attraverso un numero unico (territoriale e nazionale) accoglierà in modo immediato e capillare le richieste d'aiuto dell'utenza, una sfida di ampio respiro che esprime il "volto" di una Chiesa e una comunità che si fanno ascolto e aiuto per chi ha bisogno.

Attraverso un complesso lavoro organizzativo di alto respiro, gli operatori sono stati dotati di specifiche app collegate ad una piattaforma unica da cui potranno dare risposta diretta o connettersi ai servizi di sostegno più vicini alla tipologia di richiesta. 

 

Una serie di quattro incontri di formazione specifica ha preceduto l’avvio del progetto.

17/06/20 L’incontro al telefono: una relazione sul filo, p. Giovanni Salonia

19/06/20 L’ascolto al telefono, Prof. Fabrizio Bracco

24/06/20 La risposta e l’invio, Dott.ssa Elisa Severi 

26/06/20 Sempre in ascolto: situazioni e casi particolari, Dott.ssa Marina Brustia 

 


 

Di seguito la lettera esplicativa ed augurale dei Presidenti degli Enti organizzatori.

 

Gentilissimi Direttori,

in questo tempo di emergenza sappiamo che tempestivamente e con attenzione molti consultori hanno saputo mettersi al servizio delle persone e delle famiglie attraverso la generosa dedizione dei propri operatori nonostante le restrizioni imposte dall'epidemia.

Vi raggiungiamo con l'intento di una proposta che procede nella medesima direzione e animata dal medesimo spirito di servizio intende potenziare e rafforzare il servizio di ascolto e di orientamento in una condizione che continua ad evolvere, ma non a diminuire il bisogno delle persone e delle famiglie.

Le forze e le risorse che si intendono mettere in campo disegnano un quadro nazionale, in quanto fanno riferimento all'ufficio della Pastorale Familiare della CEI, la Confederazione dei consultori di ispirazione Cristiana (CFC) e l'Unione consultori prematrimoniali e matrimoniali (UCIPEM)

L'idea che vi sottoponiamo è quella di collaborare all'attivazione di un numero unico (territoriale e nazionale) che faciliterà la richiesta d'aiuto dell'utenza, permetterà risposta immediata e coinvolgerà tutti gli operatori che vorranno aderire.

Si tratta di realizzare un'unica "piattaforma" telefonica che possa raccogliere le chiamate e distribuirle attraverso delle app sugli smartphone degli operatori: un'unica risposta nazionale che coinvolgerà le diverse esperienze consultoriali, senza perdere la specificità di ognuna.

Nello specifico, per i consultori che abbiano attivato già lo "sportello telefonico" e che aderiranno alla proposta, si procederà sia con una 'migrazione' del loro gruppo sia con il mantenimento di un loro numero specifico, che sarà anche possibile pubblicizzare localmente. La persona che chiamerà quel numero otterrà la risposta del Vostro gruppo consultoriale, come accade già oggi.

Anche i consultori che fino a questo momento non hanno attivato "sportelli telefonici" potranno aderire, come descritto di seguito. Nel progetto c'è bisogno di tutti al fine di garantire una capillare copertura territoriale ed un buon livello di risposta nelle diverse fasce orarie.

Ogni operatore che aderisce al progetto apparterrà al gruppo del proprio sportello telefonico locale (se nella sua area se ne è attivato o se ne attiverà uno) e, contemporaneamente, nelle stesse fasce orarie di disponibilità, senza alcun carico aggiuntivo, riceverà chiamate dallo "sportello nazionale". La novità riguarda l'attivazione di un numero unico nazionale, attraverso il quale verranno distribuite le chiamate a tutti gli operatori in quel momento presenti sul sistema (di turno); questi stessi operatori, nel tempo libero dal proprio sportello, potranno rispondere a richieste "nazionali".

Per rendere armonico il progetto, la CFC organizzerà, per quanti vorranno aderire al progetto, uno specifico programma di formazione (via Webinar).

Qualche dettaglio:

  • il sistema telefonico sarà ospitato in cloud al fine di garantire massime prestazioni;
  • gli utenti chiameranno componendo normalmente i numeri pubblicizzati;
  • i nostri operatori riceveranno indicazioni e supporto per installare sui propri smartphone la app;
  • a seguito di una chiamata, il sistema farà squillare i telefoni di TUTTI gli operatori autenticati in quel momento, la risposta di un operatore interromperà lo squillo verso tutti gli altri.

È una sfida di ampio respiro: la piattaforma unica esprimerà il "volto" di una Chiesa e una comunità che si fanno ascolto e aiuto per chi ha bisogno.

 

Fr. Marco Vianelli - Direttore CEI UNPF
Prof.ssa Livia Cadei - Presidente CFC
Dott. Francesco Lanatà - Presidente UCIPEM

 

uff naz past fam 1

laici fam

forum ass fam

cicrnf

ucipem

Contatti

Confederazione Italiana Consultori Familiari di ispirazione Cristiana (ONLUS)

Largo F. Vito n.1 - 00168 Roma

Tel. +39.06.3017820
Mail: cfcroma@libero.it - 
cfc-rm@unicatt.it

C.F. 97092240585 

Seguici su

fb bianco3

Cerca nel sito

Privacy Policy Cookie Policy